21 maggio 2015 – Il TAR Lazio accoglie la tesi dell’avv. Vaccaro in tema di interferenze transfrontaliere (Italia-Francia)

21.5.2015 – Con ordinanza no. 2168/2015 del 21 maggio 2015, il TAR Lazio ha sospeso la delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (del. AgCom. n. 480/14/CONS) adottata su istanza di emittenti francesi (con impianto sito in Costa Azzurra) con la quale si ordinava all’emittente TVR Teleitalia, assistita dall’avv. Felice Vaccaro, di cessare le interferenze radio asseritamente provenienti da un proprio impianto (sito in Toscana).

L’ordinanza sospensiva costituisce un unicum nel panorama giurisprudenziale amministrativo italiano, considerato il rigetto di numerosi alaloghi ricorsi presentati da emittenti locali in relazione ad equivalenti situazioni di interferenza presentate da emittenti confinanti (es. Francia, Croazia, Slovenia, …).

Aggiornamento 11.9.2015: con ordinanza n. 4144/2015 il Consiglio di Stato ha rigettato l’appello dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e del Ministero delle Comunicazioni per la riforma dell’ordinanza cautelare del TAR Lazio n. 2168/2015 (di sospensione della delibera AgCom. n. 480/14/CONS resa in favore di TVR Teleitalia nel ricorso al TAR Lazio n. 16065/2014 R.G.).

Aggiornamento 30.11.2015: con decreto inaudita altera parte (n.5365/2015), il Presidente del TAR Lazio inter alia sospendeva la determina n. 679/15 del Direttore Generale del Ministero dello Sviluppo Economico nella parte in cui non ammetteva “…domande di partecipazione condizionate ad alcun evento o azione…”, “…senza far salvi gli esiti dei contenziosi in atto…”.