Felice Vaccaro


Avvocato Felice VaccaroL’avv. Felice Vaccaro è laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Firenze (1964), iscritto all’Ordine degli Avvocati di Firenze (1967) ed all’Albo Speciale Cassazionisti (1981).

Ha iniziato a svolgere l’attività professionale presso lo Studio Legale dell’Avv. B. P. Puccioni di Firenze, dove ha seguito, tra l’altro, pratiche di successione internazionale in Grecia e Portogallo e quindi nel proprio Studio, fondato nel 1977 insieme al fratello (Avv. Ignazio Vaccaro, oggi Giudice Onorario presso il Tribunale di Firenze).

Sin dalla seconda metà degli anni settanta, si è occupato di diritto dell’informazione, tutela del nome, diritto di associazione (anche avanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo) e di tele-radio-comunicazioni, settore in cui oggi opera in prevalenza. Ha difeso e difende emittenti televisive e radiofoniche, nazionali, locali, di ripetizione di programmi esteri e consorzi di emittenti. Ha effettuato trasferte in Francia, Germania e negli Stati Uniti per le problematiche concernenti la ripetizione, tra gli altri, dei programmi “Voice of America”, “Antenne 2”, “France 24”, “Radio France International”. Assiste numerose emittenti radiofoniche nazionali in questioni di interferite transfrontaliere (Slovenia, Francia).

E’ stato, inter alia, membro del consiglio di amministrazione di Mediaset negli anni 1995-1997.

Ha assistito ed assiste, dal 1980, emittenti nazionali in chiaro e criptate anche avanti alla Corte Costituzionale, per le problematiche, in ambito locale, della legittimità della legge n. 223/1990 (legge Mammì) sulle reti eccedenti nonché, avanti alle altre magistrature, di interferenze, inquinamento radioelettrico, impatto edilizio ed ambientale, pubblicità, concorrenza e normativa antitrust. Ha assistito società nazionali in trattative per installazioni di reti di telecomunicazioni in paesi extracomunitari.

Svolge attività connessa alle problematiche dello sport, tra federazioni ed associati, per gli aspetti civilistici, amministrativi e penali (rugby in particolare) e del Calcio Storico Fiorentino; è stato membro della Commissione per la Rielaborazione dello Statuto della Federazione Rugby nel 2000.